Percorsi sensoriali

Non so se vi è mai capitato di cambiare la posizione di alcuni mobili nel vostro salotto, e trovare che nella diversa prospettiva tutto prendeva un altro aspetto, anche se la stanza e gli oggetti erano sempre gli stessi. A volte sentire un vecchio film che conoscete bene raccontato da un amico vi fa apprezzare aspetti della trama che non avevate mai notato, e ancora può succedere che tornare a riposare nel nostro letto dopo un lungo viaggio ce lo faccia riscoprire come uno dei posti più comodi e accoglienti del mondo. Ogni tanto capita anche che ad occhi chiusi il sapore e la fragranza di una mela assuma un gusto differente, così come non c’è di meglio che chiudere gli occhi per annusare il profumo del caffè caldo, e spesso queste piccole scoperte restituiscono il buon umore e portano a ridimensionare tanti problemi. Valutare la sensibilità delle nostre percezioni ci rende positivi e aperti a nuove vie.

Ora immaginiamo i cinque sensi del cane. Se nella vista, nel gusto e nel tatto non possiedono la nostra finezza è pur vero che il loro udito e il loro olfatto hanno una scala a noi sconosciuta. Immaginiamo la vita del cane: spesso l’intensità dei nostri impegni ci portano ad un monotono tran tran che si rispecchia nella quotidianità del nostro compagno a quattro zampe. Infatti uscire dalla città il sabato pomeriggio e portarlo a fare una scampagnata significa vederlo correre felice nel bosco a godersi nuovi stimoli, dall’annusare piste per noi invisibili a rotolarsi sull’erba. In una pipì sulla corteccia di un albero possono leggere la storia dei loro simili, nella pressione dell’atmosfera possono prevedere l’arrivo di un temporale, nelle vibrazioni del terreno possono distinguere l’avvicinarsi dei nostri passi dalla fuga di un cerbiatto. Tutto questo è un mondo a cui noi non apparteniamo, dove il nostro cane si realizza senza di noi, motivo per cui stenta a tornare da noi quando lo chiamiamo per agganciare il guinzaglio e portarlo a casa.

Nei percorsi sensoriali ci proponiamo di creare un mondo di novità e scoperte di cui il cane possa godere insieme al suo umano. Materiali, forme, colori, odori, suoni e gusti vengono miscelati nell’ambiente in modo che il binomio si diverta e si rilassi insieme, coordinando una piacevole attività fisica con una stimolante crescita mentale. Tutto ciò aiuta diversi aspetti della vita con il cane, dal rilassamento alla concentrazione, incrementa la relazione e aiuta a superare diverse problematiche comportamentali.